Il BIM è una rappresentazione digitale delle caratteristiche fisiche e funzionali di un immobile. Serve a condividere le conoscenze e le informazioni sull’immobile, andando fornire una solida base per qualunque decisione da prendere durante tutto il ciclo di vita della struttura. Il BIM può restituire visioni differenti delle stesse informazioni, come disegni 2D, liste, testi, immagini 3D, animazioni, come anche elementi di tempo (4D) e di costo (5D), ecc.

È una metodologia che permette la condivisione di dati lungo tutto il ciclo di vita, e che possono includere: dati di design; informazioni geospaziali; dati legali e finanziari; layout meccanici, elettrici, tubazioni, ventilazioni, ecc; specifiche dei materiali usati per la costruzione; risultati della valutazione ambientale ed energetica dell’immobile; qualsiasi altro dato che possa essere usato nella collaborazione tra architetti, ingegneri, costruttori, committenti e nella gestione della manutenzione.

BIM, GIS e IoT raccontato da Kimon Onuma – architetto statunitense. Tradotto e doppiato per IBIMI da Caterina Nissim.

Onuma fa risalire l’uso del sistema di georeferenziazione (GIS) per usi civili, alla decisione degli USA di rendere disponibile un sistema d’identificazione di un punto nello spazio, fino ad allora usato solo in ambito militare. La digitalizzazione della conoscenza “analogica” è un altro passo essenziale dell’epoca moderna in quanto oggi è possibile ottenere informazioni con un semplice click, concetto alla base dell’ “Internet of Things” (IoT). Infine, l’idea di legare le informazioni che riguardano un edificio reale al modello tridimensionale del BIM. Secondo Onuma, architetti e ingegneri non hanno ancora compreso appieno quanto la tecnologia già esistente possa essere di aiuto nel proprio lavoro, permettendo di realizzare modelli che contengano non solo conoscenze per poter meglio gestire i progetti, ma che contengano informazioni utili per mille altri usi. Onuma invita alla collaborazione perché tutti possano dare il proprio contributo al trinomio BIM-GIS-IoT.

IBIMI, con la rete dei suoi soci professionisti, d’impresa e portatori d’interesse, sta contribuendo alla crescita della learning community BIM in Italia e ci auguriamo di poter raggiungere molti altri traguardi importanti, lasciando ognuno da parte la propria individualità per far parte di una comunità dinamica in continua evoluzione.

Video originale in inglese

Contribuisci alla diffusione del BIM diventando socio di IBIMI.

MODULO DI CANDIDATURA PER I NUOVI SOCI

Ultimi Articoli

Donne protagoniste dell’invenzione e l’innovazione

Anche quest’anno molte donne italiane si sono distinte per l’innovazione. Durante la manifestazione organizzata da ITWIIN l'8 e 9 Novembre, donne inventrici ed innovatrici...

Ultime Lezioni

Collaborazione e coordinamento: che differenza fa?

Proseguendo la trattazione inerente la BIModellazione ed in particolare di quella riguardante i nuovi progetti, e dopo aver apprezzato il contributo intellettuale della curva...

Ultimi Video

Diffondere la cultura del BIM, Building Information Modelling, significa portare innovazione nell’intera filiera edile contribuendo non solo a migliorare ed aumentare la produttività di tutti i professionisti che intervengono in un’opera edile ma anche riducendo i costi per committenti, proprietari e affittuari. Il vantaggio che ne deriverà sarà tanto maggiore quanto più i professionisti condivideranno, in un unico modello, le informazioni inerenti la progettazione e realizzazione dell’edificio / infrastruttura.

Contribuisci alla diffusione del BIM diventando socio di IBIMI.

MODULO DI CANDIDATURA PER I NUOVI SOCI

Requisiti richiesti ai professionisti per l’iscrizione:

  • Essere residente o avere un domicilio professionale in uno dei paesi dell’UE, godere del pieno esercizio dei propri diritti, essere di condotta irreprensibile, non aver riportato condanne o pene che, a norma dello statuto o del codice deontologico, comporterebbero la radiazione.
  • Essere un professionista o un impresa o un portatore d’interesse dell’industria delle costruzioni ed offrire servizi digitali durante una delle fasi del ciclo di vita di un opera civile o edile (progettazione, costruzione, manutenzione, demolizione, ecc..)