Home Soci Ordinari Roberto Iero

Roberto Iero

495
0

Architetto, Interior Designer, master in BIM, Classe 1983.

Nato a Reggio Calabria si laurea col massimo dei voti alla Facoltà di Architettura di Reggio Calabria dapprima nel 2008 in “Scienze dell’Architettura” con una tesi sulla Riqualificazione urbana del quartiere Irto (Arangea – periferia sud di Reggio Calabria) e successivamente si specializza col massimo dei voti nel 2013 in “Architettura U.E.” con una tesi sperimentale sulla Stratigrafia architettonica: l’archeologia esibita (progetto nell’area del Roof Garden di Reggio Calabria) che ha avuto ottimi consensi con delle mostre e delle lezioni e oggi in fase di pubblicazione.

Varie le collaborazioni con studi di ingegneria ed architettura di Reggio Calabria dove svolge numerose mansioni tra cui quelle di creazione di componenti di arredo e  vari progetti nel territorio.

Nel 2016 è stato docente a Milano dove ha insegnato Tecnologia delle Costruzioni, Costruzioni e Cantieri.

Sempre nel 2016 forma un team di progettazione e arriva al secondo posto con il progetto del nuovo Viale Calabria  sostenibile nel “Concorso di idee per l’individuazione di cinque progetti per la realizzazione di nuove opere pubbliche a Reggio Calabria”.

Nel 2017 ha lavorato a delle proposte progettuali d’interni in territorio francese nella zona di Rungis per un padiglione adibito alla vendita di prodotti caseari italiani e alla ristrutturazione di un ristorante.

Nel 2018 è stato tra gli architetti che hanno eseguito i sopralluoghi di prevenzione sismica nella Campagna “Diamoci una scossa”.

Nel 2019 è ideatore e progettista in collaborazione con Exodus dalla mostra del progetto “Arrivare Prima” sulle dipendenze da gioco di azzardo, dove ha il piacere di allestire strutture in legno che ospitano vignette dei più famosi disegnatori italiani e fotografie sul volontariato dei giovani.

Primo progetto BIM con un gruppo di allievi all’interno del Master, avente come titolo: Contenuto informativo per un miglioramento della gestione energetica della Cittadella Universitaria; importante anche l’esperienza come stagista BIM presso lo studio Bio Arch srl a Reggio Calabria.

Consegue nel 2020 un Master di II livello in BIM (Building Information Modeling) al Dipartimento di Architettura e Territorio (DaRte) all’Università Mediterranea di Reggio Calabria discutendo la tesi BIM “8D”: procedimento per la sicurezza e la cantierizzazione di edifici destinati ad uffici e residenza. In questo caso va oltre la ricerca e la sperimentazione delle dimensioni delle 7 dimensioni del BIM.

Nel 2021 entra a far parte di un team di progettazione BIM che si occupa della digitalizzazione degli edifici del Demanio avvalendosi di rilievi di base su nuvola di punti.

Impegnato a 360° dal 2015 con la Croce Rossa Italia come volontario/soccorritore qui è anche architetto/comunicatore della Campagna “Io non rischio” sulle buone pratiche di protezione civile e con grande impegno per la prevenzione sismica; attualmente è Consigliere CRI del Comitato di Reggio Calabria.

Numerose le sperimentazioni nel campo dell’interior design e delle rappresentazioni 3D anche con l’ausilio di Realtà Aumentata.

Grandissimo è anche l’interesse per la progettazione green, l’archeologia e per tutti quegli elementi che entrano in gioco in un approccio “futuristico” dell’architettura quali droni, stampanti 3D e nanotecnologie.

Considera il BIM la chiave di volta proprio perché questa metodologia è flessibile nelle tematiche progettuali.

Attualmente è supporto al R.U.P. per il progetto di “Riqualificazione Lungomare Matteotti” da gestire in BIM per la Città Metropolitana di Reggio Calabria.