Home Blog Metodologia BIM a supporto dell’efficientamento energetico: un lavoro sinergico

Metodologia BIM a supporto dell’efficientamento energetico: un lavoro sinergico

Le indicazioni contenute nella Raccomandazione UE 2019/786 pubblicata dalla Commissione e nella Direttiva 2018/844, guidano gli Stati membri a recepire, entro il 2020, gli elementi che portino nella direzione di sistemi più efficienti dal punto di vista energetico sia per quanto riguarda le ristrutturazioni degli edifici esistenti, sia nella realizzazione delle nuove costruzioni.

Essere conformi ai criteri CAM (Criteri Ambientali Minimi) risulta quindi insufficiente ed obsoleto, mentre ciò che realmente guiderà questo nuovo passo nella direzione dell’efficienza energetica sarà un approccio multidisciplinare e più omnicomprensivo.

In questo contesto gioca quindi un ruolo chiave la metodologia BIM (Building Information Modeling) che permette ai diversi attori della filiera dell’edilizia di collaborare durante tutte le fasi del ciclo di vita del bene: dal progetto preliminare alla gestione, all’utilizzo e alla manutenzione fino allo smaltimento eventuale.

3a Conferenza Nazionale IBIMI bS – 31 Marzo 2020 – Minnucci Associati

Ne parlano in maniera approfondita Anna Moreno, presidente di IBIMI-buildingSMARTItalia, e Danilo Camerini, consulente nel mercato della gestione e conservazione documentale, membro del Consiglio Nazionale di IBIMI-buildingSMARTItalia, nell’articolo pubblicato da EnergyUp.tech “Building Information Modeling ed efficientamento energetico, una strategia unica per energia e core business”

Se fino ad ora, con i metodi tradizionali, l’intero processo di simulazione energetica di un edificio ha costituito un passaggio estremamente complesso e costoso, oggi i software di modellazione BIM, opportunamente integrati con software per l’analisi e simulazione energetica, permettono di affrontare questa sfida.

Ciò è favorito anche dall’utilizzo di standard come l’openBIM che rende possibile l’interoperabilità tra software modellatori differenti e lo scambio di dati accurato, indispensabile per la realizzazione di progetti con caratteristiche nZEB (Nearly Zero Energy Building).