Home Blog Il BIM tra i settori chiave di transizione digitale del sistema produttivo...

Il BIM tra i settori chiave di transizione digitale del sistema produttivo italiano

Al via la consultazione pubblica sulla strategia nazionale blockchain. 

Pochi giorni fa è stato dato il via alla consultazione pubblica del documento di sintesi sulla “Strategia italiana per la Blockchain e i registri distribuiti”, realizzata con il contributo del gruppo di esperti selezionati dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Il termine è fissato per il 20 Luglio 2020 e le osservazioni derivanti da un team selezionato dal Ministero dello Sviluppo Economico verranno poi utilizzate per elaborare una proposta finale per la strategia Italiana.

Sebbene in Italia l’utilizzo della tecnologia blockchain non sia ancora stato ancora formalizzato, è questo un passo importante per “supportare e favorire la transizione digitale del sistema produttivo” come dichiara Stefano Patuanelli, Ministro dello Sviluppo Economico.

Il documento presentato giovedì 18 giugno 2020 esamina policy e strumenti connessi all’adozione di tecnologie per blockchain e registri distribuiti per favorirne l’applicazione per imprese private, pubblica amministrazione e cittadini.

Fra i principali settori di applicazione esaminati emergono i temi di Smart contract e digitalizzazione dei servizi, Open Data, Certificati di studio e professionali e Identità digitale per quanto riguarda l’ambito di Certificazione mentre un intero paragrafo è dedicato a Costruzioni Edili con Estensione al BIM e difesa della Proprietà intellettuale nella sezione delle settori chiave verso cui indirizzare gli investimenti .

Il BIM (in italiano, Modellazione delle Informazioni di Costruzione) è un metodo per l’ottimizzazione di pianificazione, realizzazione e gestione delle costruzioni che utilizza una rappresentazione digitale di asset fisici. Blockchain/DLT possono far raggiungere al modello BIM un maggiore livello di trasparenza, verificabilità ed efficacia. L’uso del modello tanto nel settore pubblico, quanto in quello privato, va incentivato introducendo un obiettivo nazionale di utilizzazione e prevedendo, eventualmente, misure di sostegno per le imprese. 

IBIMI buildingsmart Italia si pone come sempre in prima linea e si dimostra oggi più che mai all’avanguardia con un Gruppo di Lavoro BLOCK2020 già all’attivo, impegnato sull’approfondimento delle tematiche di applicazione tecnologia Blockchain alla digitalizzazione al comparto edilizio ed in particolare al BIM (Building Information Modeling). Talepotrebbe rappresentare la soluzione ad alcuni degli interrogativi irrisolti (ad es. tutela della proprietà intellettuale) e rendere più snelli i processi di approvvigionamento della filiera (smart contracts), nonché di notarizzare in una modalità completamente trasparente ai processi coinvolti, la gestione dei dati provenienti dalla rilevazione automatica dei dati (si pensi agli strumenti IoT impiegati per il monitoraggio delle infrastrutture).

I membri del GdL, di respiro internazionale, hanno avviato un primo confronto per comprendere il contesto, proporre soluzioni e approcci definendo più use cases. Sono ancora aperte le candidature per partecipare a GdL in qualità di esperti e sponsor.


Scadenza per le manifestazioni di interesse: 30/06/2020

Per i costi di accesso al programma e per informazioni rivolgersi a: 

Danilo Camerini – Event Manager 

e-mail: eventi@ibimi.it

#BIM

#BLOCKCHAIN #DLT

#OPENBIM #IBIMI #buildingSMARTItalia