Home Blog Corso di progettazione europea: ideare, presentare e gestire con successo un progetto...

Corso di progettazione europea: ideare, presentare e gestire con successo un progetto regionale, nazionale o internazionale finanziato con fondi dell’EU

Da Anna:

Gentilissimi soci, spero che tutti voi, i vostri collaboratori e le vostre famiglie stiate bene e che il lockdown non vi abbia creato eccessivi problemi. 

Vorrei informavi che dal primo luglio sono andata in pensione come ricercatrice ENEA e quindi mi dedicherò a tempo pieno a IBIMI. 

Il mio desiderio è mettere a disposizione di IBIMI la mia competenza maturata in questi anni sulla partecipazione a progetti in ambito europeo.

Con queste parole il Presidente IBIMI bSI parla del ritiro dalla carriera di ricercatrice presso ENEA e del rinnovato entusiasmo con cui si dedicherà a tempo pieno al ruolo di Presidente dell’Associazione.

Come annunciato ai soci attraverso i canali interni, uno dei primi obiettivi sarà quello di metter loro a disposizione la sua grande esperienza nei contesti di progetto internazionali, favorendo la partecipazione alle attività di ricerca per i quali la Commissione Europea stanzia annualmente un budget.

Come immagino saprete l’Italia contribuisce, come tutti i paesi membri, a creare un budget per attività di ricerca che poi la Commissione Europea assegna a partenariati europei vincitori nella competizione internazionale

Con l’intento di offrire l’opportunità di partecipare a tali bandi con più chance di riuscita, è in fase di organizzazione da IBIMI buildingSMART Italia  un corso online:

“Corso di progettazione europea: ideare, presentare e gestire con successo un progetto regionale, nazionale o internazionale finanziato con fondi dell’EU”

Le competenze acquisibili attraverso il corso si dimostreranno utili anche per la gestione delle commesse o di progetti acquisiti in ambito regionale/nazionale.

IBIMI potrà eventualmente affiancare gli interessati nella candidatura e partecipazione, massimizzando le probabilità di riuscita, forti del fatto di unire all’interno dell’associazione tutte le conoscenze derivanti dai singoli.


Fin da ora, e grazie al contributo a tempo della Presidente Anna Moreno e diversi soci IBIMI bSI, è stato possibile partecipare a tre progetti del bando europeo Horizon 2020

RETITAPA: progetto coordinato da ENEA per promuovere la formazione tra gli impiegati delle pubbliche amministrazioni per permettere loro di prendere “decisioni informate” per favorire la transizione energetica. A tal proposito saranno realizzati dei casi pilota su edifici reali con lo sviluppo del BIM e il loro successivo collegamento con un sistema GIS in modo che la PA possa poi individuare strategie per ottimizzare le risorse locali e per riconoscere l’opportunità per la realizzazione di isole energetiche autosufficienti. Paesi coinvolti: Italia, Spagna, Cipro, Romania

ARISE: il progetto, coordinato da un’università dell’Irlanda del nord, nasce da un rete europea di 5 progetti che hanno sviluppato materiale didattico rivolto a lavoratori e professionisti per migliorare le competenze sull’efficienza energetica degli edifici nuovi ed esistenti durante tutto il loro ciclo di vita attraverso l’uso diffuso del BIM. Il progetto attuale prevede un sistema di riconoscimento europeo per le competenze acquisite attraverso l’erogazione di micro unità didattiche che permette di sviluppare un percorso con successivi livelli di maturità riconosciuti con un sistema di blockchain. Il progetto si rivolgerà sia alla domanda, quindi proprietari pubblici e privati, sia all’offerta in modo che tutto il settore possa crescere sinergicamente attraverso un sistema mutuamente riconosciuto e basato sui livelli di maturità. Paesi coinvolti: Gran Bretagna, Irlanda, Danimarca, Germania, Olanda, Portogallo, Macedonia, Italia.

SOLUTION: il progetto, pilotato dall’associazione europea di banche che promuove i mutui agevolati per la riqualificazione energetica, prevede di sfruttare la tecnologia alla base della Smart Readiness Indicator per efficientare edifici storici dove è difficile intervenire sulla struttura. Come casi pilota sono stati scelti tre edifici storici, due in Italia (Certosa di Firenze e università Cà Foscari) e uno a Cipro (Palazzo del governo Inglese). Nel progetto è prevista la modellazione degli edifici e la progettazione di sistemi intelligenti per ridurre i consumi a renderli più flessibili rispetto alla rete energetica. Paesi coinvolti: Belgio, Italia, Cipro, Spagna, Olanda.


Il corso, in partenza a settembre, verrà erogato in forma gratuita ai soci e la sua fruizione sarà gestita anche offline, in asincrono rispetto allo svolgimento online.

Clicca per il programma completo