Home Blog VR Editing: BIM per tutti… subito

VR Editing: BIM per tutti… subito

78
0

Articolo a cura di Costruire Energie S.r.l

Abstract: Sin dagli anni ’70 la Progettazione ingegneristica si è evoluta dirigendosi verso i principi di progettazione ottimale ed integrata offrendoci ad oggi il BIM la cui diffusione è frenata dal costo dell’aggiornamento tecnico e tecnologico necessario. La Costruire Energie, attraverso il processo del VR Editing con cui arricchisce i modelli 3D di progetti BIM, è riuscita a far proprio il BIM e ad ammortizzarne i costi di innovazione sfruttandone i frutti sia come strumento tecnico che di marketing.

 

Sin dallo sviluppo dei primi software CAD, la Progettazione ingegneristica ha avviato un lungo processo evolutivo volto all’ottimizzazione e all’efficientamento del workflow atto a realizzare opere caratterizzate da più elevati standard qualitativi frutto dell’integrazione di ogni sua parte in un complesso gioco di equilibri.

L’evoluzione della progettazione integrata oggi si manifesta attraverso l’adozione del Building Information Modeling (BIM). Grazie a questa metodologia, la progettazione ha assunto ancor più i connotati di un processo informatico in cui dati tecnici, amministrativi, operativi ed informativi sono raccolti e rimodellati. La profonda digitalizzazione della progettazione consente, già nella fase di sviluppo, l’accesso ad un digital twin dell’opera finita. Ed è proprio questo digital twin il punto di forza della metodologia BIM in quanto grazie ad esso è possibile analizzare preventivamente le caratteristiche tecniche del progetto, consentendo di giungere al miglior compromesso tra costi di produzione e specifiche realizzative. Inoltre, il BIM, grazie alla tridimensionalità dei suoi elaborati, offre un eccezionale potere espressivo che rende possibile una più immediata lettura e comprensione.

La Costruire Energie ha elaborato una fine strategia adottiva che gli ha consentito di accogliere ed adattare il BIM nei propri processi come uno strumento sia tecnico che commerciale.

Grazie infatti all’implementazione del VR Editing, processo di post-produzione di un progetto BIM, è possibile ottenere un ambiente virtuale 3D con cui presentare alla clientela la propria idea progettuale.

 

Al cliente e al suo staff si consente quindi di esaminare il progetto in prima persona navigando al suo interno e accedendo così alla documentazione tecnica inserita in appositi nodi informativi posti nell’elaborato. Tutto questo in piena libertà, senza dover affrontare lunghi corsi d’addestramento e senza correre il rischio di modificare accidentalmente il progetto BIM originario.

 

Oltre all’arricchimento della documentazione progettuale progetto sotto questi punti di vista, grazie al VR Editing, è possibile introdurre ulteriori elementi d’interazione funzionale con cui poter simulare anche il comportamento del sistema progettato come nei casi di Building Management System (BMS).

In un test operativo volto a scoprire i limiti d’impiego del VR Editing, la Costruire Energie è infatti riuscita nel creare un modello di un B.M.S. in cui sono stati integrati elementi interattivi animati come ascensori, porte scorrevoli, scale mobili e tornelli, tutti automatizzati e controllati da remoto tramite un apparato di controllo centralizzato attraverso cui accedere anche al sistema di video-sorveglianza integrato nel modello.

Grazie alle molteplici funzionalità offerte dal VR Editing, la Costruire Energie ha centrato l’obiettivo di promuovere e portare avanti l’inserimento della progettazione BIM all’interno del proprio flusso di lavoro, arricchendone il risultato finale: potenziare ogni singolo progetto oltre che per fini di pura progettazione anche per finalità promozionali. Ciò ha permesso di ammortizzando i costi di adozione sia del BIM che del VR Editing, con un aumento della produttività e della soddisfazione del cliente.

Oggi in VR Editing: