UDINE3D-ROMA EDITION

UDINE3D-ROMA EDITION

313
0
SHARE

UDINE3D-ROMA EDITION

Modellazione 3D e BIM

8-9 Maggio 2015

Facoltà di Architettura – Via Antonio Gramsci 53 – ROMA

download flyer event

 

Obiettivi formativi

Il Convegno ha l’obiettivo di fornire gli strumenti e le procedure più aggiornati ed avanzati per la progettazione architettonica, il rilievo, il design e la divulgazione degli edici e beni culturali, fornire una panoramica sull’uso del Building Information Modeling (BIM) nella progettazione architettonica e sostenibile.

8 Maggio 2015

Nella prima parte del Convegno l’attenzione viene focalizzata sulla modellazione tridimensionale, la gestione delle immagini (statiche e dinamiche) con eetti visivi in post produzione, l’uso delle stampanti 3D: procedure che consentono un’ecace visualizzazione e comprensione dei processi progettuali o di recupero del patrimonio edilizio. Il pomeriggio è articolato in workshop: Sezione Architettura e Design: La comunicazione nei beni culturali; Parametric customization and prototyping. Dalla creazione al prodotto su misura. Sezione Graca ed Animazione: Le nuove frontiere dell’Animazione 3D; Digital compositing ed FX; ; Dall’idea al progetto disegnato al rendering fotorealistico. Sezione Ingegneria e Prototipazione: 3DRacers: crea la tua auto telecomandata con stampa 3D ed Arduino; L’autoproduzione ed il design.

9 Maggio 2015

La giornata si occupa di B.I.M. (Building Information Modeling), visto come una risorsa logica ed informatica, che colloca il progettista al centro del processo costruttivo, alla piccola, alla media ed alla grande scala. In questi ultimi anni, infatti, il progetto dall’idea al collaudo, si è andato spezzettando in una miriade di comparti spesso gestiti da professionisti scollegati tra loro le cui decisioni ricadono, di volta in volta, sui nodi chiave della proposta, rallentando il processo ed aggravando notevolmente i costi. Con B.I.M. il disegno ritorna ad avere un ruolo centrale, le procedure si semplicano, le iterazioni tra comparti sono immediate ed il progetto viene strutturato in partenza con una natura essibile, garantendo fedeltà alle idee progettuali e controllo della buona relizzazione. L’obiettivo è fornire una conoscenza base della piattaforma B.I.M, le possibilità che essa ore e come un progettista deve rapportarsi con questa nuova losoa di organizzazione della rappresentazione del progetto.