Home Lezioni Lezione 2 – Focus sul Modello

Lezione 2 – Focus sul Modello

Lezione 2 - Modulo 01

1126
0

Non tutti i modelli possono qualificarsi come BIModelli. Anche se non ci sono definizioni concordanti ne accordi quadro su cosa costituisce un Modello di Building Information (BIModello), ai ricercatori e agli sviluppatori di software piace alludere ad un minimo comune denominatore.

Questo denominatore implicito è un insieme di attributi tecnologici e procedurali che i BIModelli devono avere:

  • Tridimensionalità.
  • Costruito da oggetti (modellazione solida – tecnologia orientata agli oggetti).
  • Deve incorporare informazioni codificate e specifiche alle varie discipline dell’industria (molto di più di un semplice database).
  • Deve specificare relazioni e gerarchie tra gli oggetti del modello. (regole e/o vincoli: come una relazione tra un muro e una porta, dove la porta crea un apertura in un muro)
  • Deve descrivere un edificio di qualche sorta.

lez2_01

Gli attributi elencati sono gli unici comprensivi della definizione di BIModello. Non c’è bisogno di dire che, ogni pacchetto BIM, proprietario o non-proprietario che sia, aggiunge le proprie caratteristiche alla definizione nel tentativo di escludere i concorrenti, concettuali e commerciali, dall’uso stesso dell’acronimo BIM. Se un pacchetto è interoperabile, completamente parametrico o emetta comandi digitali per la fabbricazione,  nulla ha a che fare con la qualifica del Modello come BIM,  ma sono attributi addizionali (e certamente apprezzati). Le definizioni esclusive (quelle cioè che escludono le altre) sono abbastanza semplici: modello di superficie (SketchUp® per esempio), strumenti di disegno vettoriale (AutoCAD® LT), e modelli geometrici (come 3Ds Max®) non si qualificano come BIModelli. L’esclusione ha raggiunto anche le piattaforme basate su oggetti 3D che vanno al di fuori del dominio di Architettura Ingegneria e Costruzione. (SolidWorks®, Solid Edge®)

 lez2_02

Figure 2.2: Modelli Non-BIM

Continua; nel prossimo episodio ci concentreremo sulla definizione di Information del Building Information Modelling.

Prossima Lezione => Lezione 3 – Focus sulle Informazioni

Un particolare ringraziamento va a Bilal Succar, blogger BIM ThinkSpace che ci ha autorizzato alla traduzione e pubblicazione dei suoi post. Traduzione di Lorenzo Nissim