Il BIM all’interesse del Ministero Della Difesa

Il BIM all’interesse del Ministero Della Difesa

755
0
SHARE

Anna Moreno

IBIMI ha partecipato con tre soci al convegno “Normazione tecnica: innovazione e sinergia nei contesti governativi ed industriali” tenutosi il 5 e 6 Dicembre presso l’auditorium dell’ Aeroporto di Centocelle, nella sede del Segretariato Generale della Difesa / DNA. Il tema dell’intervento sono stati gli standard esistenti ed in via di sviluppo inerenti la gestione delle informazioni edili in formati digitalizzati.

Questo è stato il primo evento nel suo genere a trattare questo tema, ed è stata un’importante occasione di confronto fra i diversi attori, pubblici e privati, coinvolti nei processi di normazione tecnica, sia in ambito governativo che industriale.

Lorenzo Nissim

Il BIM ha riscosso un grande interesse già durante gli incontri avvenuti con la commissione incaricata di valutare gli interventi prima del convegno, presieduta dal Dirig. Dott. Michele PORCU Capo III Ufficio Codificazione, Assicurazione di qualità, Normazione tecnica e Standardizzazione.

Il Ministero della Difesa, per evidenti motivi di sicurezza, gestisce al proprio interno tutte le fasi del ciclo di vita del proprio patrimonio edile e civile (progettazione, costruzione, manutenzione, dismissione) e può dunque trarre enormi benefici da un adeguato sistema di gestione elettronica delle informazioni edili o civili. Inoltre l’argomento è di grande importanza strategica, considerando il decreto appena firmato del Ministero dei Trasporti che sancisce definitivamente la road map e che porterà all’obbligatorietà del BIM in gran parte dei lavori pubblici.

 Xenia Fiorentini

IBIMI si è messo a disposizione del Ministero della Difesa per approfondire l’argomento.