Home Blog I vantaggi dell’Open Standard e chi ne usufruisce: dal Summit buildingSMART 2019

I vantaggi dell’Open Standard e chi ne usufruisce: dal Summit buildingSMART 2019

117
0

Come noto, il BIM è diventato obbligatorio con il DM 560/2017, per le commesse pubbliche al di sopra dei 100 milioni di euro, a partire dal gennaio 2019, e tale massimale si abbasserà di anno in anno fino a comprendere qualsiasi importo entro il 2025. Come spesso accade, l’obbligatorietà fa perdere di vista le opportunità che l’introduzione del BIM comporta, per cui si ritiene opportuno riportare i vantaggi per tutti i target della filiera edile così come espressi da Richard Petrie, durante il Summit di buildingSMART International di Pechino.

Open Standard: Chi ne usuifruisce?

Richard Petrie presenta i vantaggi dei differenti stakeholder

Proprietari, pubblica amministrazione, e investitori

  • Controllo indipendente delle proprietà immobiliari, flessibilità e uso strategico dei dati
  • Migliore capacità decisionale per tutta la vita della proprietà
  • Base per la creazione del digital twin cioè immagine virtuale dell’edificio reale
  • Trasparenza nelle gare
  • Miglioramento del controllo della qualità e dei costi
  • Risparmiare risorse finanziarie
  • Evitare la perdita o l’inaccessibilità delle informazioni

Architetti, Ingegneri e costruttori

  • Controllo indipendente dei dati di progetto
  • Capacità di scambiare dati multidisciplinari e specialistici
  • Continuità dei dati attraverso fasi e progetti diversi
  • Miglioramento dei requisiti dei clienti
  • Prodotti BIM standardizzati
  • Accesso in tempo reale ai dati di prodotto, ai progetti e all’approvvigionamento

Richard Petrie, nel presentare i vantaggi per gli ingegneri e architetti ha riportato una frase del nostro socio Ernesto Minnucci che lo scorso anno ha vinto il premio come miglior progetto nell’ambito di operational & management: “Noi siamo in grado di progettare e creare il modello virtuale di un edificio utilizzando le più moderne tecnologie per l’openBIM fornendo immense capacità di gestire a manutenere un edificio durante tutto il suo ciclo di vita. Questo è stato possibile utilizzando flussi di dati aperti e digitali di buildingSMART.

dig

Produttori e installatori

  • Anticipare le decisioni riguardanti le specifiche di installazioni
  • Nuovi canali di vendita
  • Accesso ai mercati internazionali
  • Controllo sui dati
  • Assicurazione dei dati
  • Più facile rispondenza a norme e regole di conformità

Facility manager e operatori

  • Miglior supporto alle decisioni
  • Ottimizzare la scelta “realizzare o comprare”
  • Aumentare l’affidabilità utilizzando fonti informative diverse
  • Tracciabilità dei competenti
  • Basi per il digital twin e l’IoT dei propri asset

Venditori di software

  • Migliore comprensione dei bisogni degli utilizzatori
  • Sviluppare nuovi canali di vendita
  • Valorizzare la credibilità dell’azienda
  • Avere accesso ai mercati internazionali
  • Massimizzare il mercato per i produttori di software

Educatori e studenti

  • Migliori opportunità di pubblicazione e di riconoscimento
  • Sviluppo di nuove soluzioni tecniche più avanzate
  • Lavorare a livello internazionale con una comunità più ampia
  • Costruire una credibilità per le proprie attività e lavoro
  • Credibilità e qualità

Venite ad incontrarci al DIGITAL&BIM ITALIA – 21-22 Novembre 2019, Bologna Fiere!