Home Blog Conferenza IBIMI buildingSMART 2019

Conferenza IBIMI buildingSMART 2019

417
0

Ottimo l’esito dell’evento e molte le manifestazioni di apprezzamento per le presentazioni dei relatori ed i temi trattati durante la giornata, oltre che gli auguri che siano sempre più numerosi i soci a portare avanti gli obiettivi di IBIMI, capitolo italiano di buildingSMART.

La Seconda Conferenza Nazionale organizzata dall’associazione, svoltasi il 9 Aprile, ha richiamato oltre 100 partecipanti, i quali hanno avuto modo di incontrarsi e confrontarsi con una visione aperta sul futuro della digitalizzazione del settore delle costruzioni in Italia.

Due giornate molte intense per i soci dell’associazione, che in prima giornata si sono riuniti per approvare il bilancio preventivo e consuntivo e per discutere sull’opportunità di presidiare, con propri rappresentanti, i tavoli tecnici di buildingSMART International. Lo spirito collaborativo emerso durante i lavori è continuato durante il convegno nazionale del giorno successivo.

Eccellenti relatori hanno offerto stimolanti spunti di riflessione sui quattro ambiti disciplinari e processi del BIM: produttivo, gestionale, strumentale e formativo. L’approccio multidisciplinare della Conferenza rispecchia lo spirito con cui IBIMI – bS promuove da anni lo scambio di competenze e la diffusione della metodologia BIM tra i professionisti del settore.

La conferenza è stata aperta dai saluti di benvenuto del presidente, Anna Moreno, che ha sottolineato l’importanza, per il successo del BIM in Italia, della capacità di dialogo all’interno dell’intera filiera edile aperta ai contributi di professionisti provenienti da settori complementari. Poiché l’innovazione digitale è sempre più rapida, ha poi continuato, e per assicurarsi di lavorare a livelli competitivi è necessario allargare i propri orizzonti e studiare il contesto che ci circonda. Prima di sviluppare ed utilizzare gli standard per migliorare l’interoperabilità tra i software, bisogna migliorare la comunicazione tra i diversi professionisti della filiera ed il capitolo italiano di buildingSMART, sta operando per migliorare tale dialogo.

Il processo produttivo è stato introdotto da tre presentazioni:

  • Riccardo Pagani di BIMon e socio IBIMI – bS ha presentato il BIM come strumento essenziale per gestire la complessità delle grandi opere. Ha poi sottolineando che l’industria edile italiana è caratterizzata da un numero elevato di liberi professionisti e piccoli studi professionali, per cui occorre investire molto in formazione per garantire la diffusione del BIM a tutti i livelli.
  • Salvatore Collura di ETS s.rl., socio IBIMi – bS ha riportato l’esperienza BIM di ETS, maturata tramite il Restyling di Stazioni Ferroviarie, sottolineando come l’interoperabilità tra i software permette anche di concepire nuovi modi di programmare i lavori, diminuendo il disagio per i cittadini.
  • Xenia Fiorentini, di Engisis, socio fondatore di IBIMI, ha presentato il ruolo chiave che buildingSMART Italia ha nel supportare i grandi committenti, quali RFI, che possono definire i requisiti informativi nel proprio ambito produttivo per poi tradurli in requisiti standard per i software. RFI, infatti, con il supporto di IBIMI – bS, sta elaborando l’”IFC Rail” insieme alle maggiori compagnie ferroviarie che partecipano alla rail room di buildingSMART international.

Per il processo gestionale IBIMI è ricorsa a due interventi esterni:

  • Mariella Guercio, Presidente dell’Associazione Nazionale Archivisti Italiani, che ha stimolato i presenti a riflettere sui vantaggi di una collaborazione tra chi si occupa di archivi complessi, digitali e dinamici e di chi si occupa di Open BIM e di come sia necessario stabilire modalità, finalità e durata del trattamento del dato nell’ambito edile per passare alla conservazione delle memorie digitali.
  • Il Professor Michele Marchesi dell’Università di Cagliari ha parlato di piattaforme di gestione documentale e blockchain e di come queste due entità possono interagire nel processo gestionale del BIM per migliorarne la collaborazione rappresentata dalla logica distribuita dove non esiste più nessun centro e dove la governance è creata attorno ad un nuovo concetto di fiducia tra tutti i soggetti.

Per il processo strumentale sono intervenuti:

  • Hilario Bourg, Open BIM Manager di Graphisoft e socio IBIMI – bS, ha presentato come il software si stia evolvendo per consentire all’utente di gestire in maniera autonoma le proprietà e le classificazioni creando correlazioni fra gli oggetti e i loro dati, in maniera variabile, secondo gli usi e le necessità.
  • Michelangelo Cianciulli, di ACCA software e socio IBIMI – bS, ha invece mostrato un primo esempio di Common Data Environment basato esclusivamente sull’open BIM cioè sulla possibilità, per una stazione appaltante, di realizzare un proprio sistema di code checking, ovvero di controllo di requisiti normativi, per velocizzare i sistemi di autorizzazione edilizia dei progetti in BIM.

Per quanto riguarda il processo formativo, il Vice-Presidente Lorenzo Nissim ha lanciato il programma di qualificazione internazionale building SMART basato su uno standard formativo i cui Learning Outcome, condivisi a livello internazionale, garantiscono la condivisione di conoscenze e concetti sulla metodologia BIM. Dopo una prima fase pilota, i primi corsi saranno disponibili da settembre attraverso il riconoscimento di organismi di formazione che ne abbiano fatto richiesta.

Particolarmente atteso e gradito è stato l’intervento in video-conference di Richard Petrie – CEO di BuildingSMART International, che ha presentato l’ambizioso programma di buildingSMART international e le aspettative sul nuovo Capitolo Italiano.

La Conferenza si è conclusa con l’invito, da parte del Presidente, ad iscriversi all’Associazione per partecipare alla “learning community” del capitolo italiano e garantire così una presenza tecnica di elevata qualità ai tavoli di lavoro di buildingSMART International.

Ringraziamenti

Ringraziamenti particolari alla CNA che ha ospitato l’evento, ai Main Sponsor Graphisoft e ETS s.rl., lo sponsor Net service, alle istituzioni ENEA, AGID, CNR e Regione Lazio che hanno patrocinato l’evento, ai Communication e ai Media partner, al team di organizzazione dell’evento – in particolare Liliana Bonfiglio e Danilo Camerini, a Caterina Nissim che ne ha curato la comunicazione.

Atti della Conferenza e Video-interviste

Nei prossimi giorni le presentazioni saranno visionabili dal sito istituzionale di IBIMI – bS.

Saranno inoltre rese disponibili nei prossimi giorni le video interviste ai relatori realizzate dai Media Partner Ingenio e dal Communication Partner ACCA.

Infine, un album fotografico sarà caricato sulla pagina Facebook di IBIMI – buildingSMART.

Qui il comunicato stampa post conferenza