Home Blog BIM e grandi opere: Crossrail, London, UK.

BIM e grandi opere: Crossrail, London, UK.

884
0

Crossrail_Station_London_Building Information Modelling

La società Crossrail è nei fatti colei che ha portato il BIM nell’industria Inglese, in quanto lavorare in un ambiente 3D collaborativo è sempre stato un requisito contrattuale di base in tutti gli appalti che ha gestito per la Crossrail.

Crossrail Ltd è una società che è stata fondata nel 2001, iniziata come joint venture al 50/50 tra Transport for London (TfL) e il Dipartimento dei trasporti (DFT), divenuta poi interamente della Tfl.

Nel 2008 ha cominciata la progettazione della Crossrail, progetto che al 2019 darà agli inglesi una nuova linea ferroviaria.

La nuova ferrovia sarà a frequenza elevata, collegerà 40 stazioni (10 di nuova costruzione) attraversando la capitale inglese da ovest, a est attraverso 21 km di nuove gallerie a doppio e passerà esattamente sotto il centro di Londra e Docklands. Permetterà ad un ulteriore 1,5 milioni di persone di raggiungere i quartieri centrali di Londra raccogliendoli in un raggio di 45 minuti di distanza dalla città. Circa 200 milioni di passeggeri viaggeranno su Crossrail ogni anno.

Crossrail è tra i progetti infrastrutturali più importanti mai intrapresi nel Regno Unito. Si stima un movimento di danaro di quasi 60 Miliardi di Euro. Il 95% degli appalti è stato vinto da società britanniche e si prevede la creazione di almeno 55.000 posti di lavoro a tempo pieno. Il progetto è interamente gestito in BIM.

Crossrail farà viaggiare nella capitale più facilmente e velocemente, e consentirà di ridurre l’affollamento sulla rete dei trasporti di Londra, opererà con treni di linea che trasportano nei periodi di punta anche più di 1.500 passeggeri in ogni treno. I treni Crossrail saranno di 200 metri – che è quasi il doppio del solito treno della metropolitana di Londra – offrendo una più confortevole esperienza ai passeggeri.

Un totale di 7 milioni di tonnellate di materiale sarà scavato durante la costruzione del Crossrail, ed è previsto che verrà riutilizzato il 98% di tutto il materiale di scavo. Spedito a all’isola di Wallasea, in Essex crearà una nuova riserva naturale di 1.500 acri.

Building Information Modeling (BIM)Crossrail_Buildin Information Modelling

Per Crossrail, il Building Information Modeling (BIM) è il processo di generazione, costruzione e gestione dei dati attraverso tutta la durata del progetto, utilizzando tecnologie basate su modellicollegate a un database di informazioni di progetto. Il BIM ha incorporato dati – fisici, ambientali, commerciali – di ogni elemento progettato per Crossrail.

Un ambiente BIM del genere, non è mai stato creato su un solo progetto di infrastrutture di trasporto europeo prima di ora, Crossrail sta concentrando i propri sforzi nello sfruttare le opportunità BIM non solo per la consegna della ferrovia, ma forse ancora più importante per guidare l’innovazione nel progettare  all’interno di tutta l’industria delle costruzioni.

Crossrail si propone per essere il primo grande progetto infrastrutturale a realizzare pienamente il concetto di lifestyle BIM.

Un obiettivo chiave è la riduzione dei costi a lungo termine che può essere realizzata attraverso il modello BIM, fornendo informazioni precise che possono essere consegnate agli operatori della ferrovia per la gestione delle attività di post-completamento di Crossrail.

L’approccio BIM di Crossrail in cifre:CrossRail_BIM

  • 1 serie centralizzata di database collegati
  • 25 appalti di progettazione
  • 30 appalti principali di lavori
  • 60 appalti principali per lavori di logistica
  • (1 milione) di file CAD creati, approvati e integrati all’interno del modello informativo centralizzato

Tutto il disegno aggiornato segue un insieme coordinato e coerente di regole e processi 3D. Al fine di gestire con successo tutti questi dati di progettazione è stato adottato un modello di software centrale per tutti i file di progettazione 2 e 3D utilizzando il Building Information Modelling (BIM).

Il modello di dati di progettazione 3D è ospitato da Crossrail e condiviso con le imprese di costruzione partner. Verrà poi passato agli operatori e manutentori della ferrovia.

Questo riduce in modo significativo la perdita di informazioni tra i contraenti e le fasi di progetto, riduce i rischi, aumenta la visibilità dei processi in progettazione e costruzione, sfrutta la tecnologia per effettuare  consegne in maniera più efficiente ed economica e meno dirompente.

Avere tutti i modelli di design integrati e centralizzati in una serie di database collegati permette di avere dettagliate visualizzazioni di elementi specifici del progetto e poter muoversi all’interno delle infrastrutture che ancora non esistono – sono in grado di portare in vita elementi del progetto anni prima che il lavoro di costruzione abbia davvero inizio.

Il BIM poi permette anche di essere significativamente più efficace durante le fasi di progettazione e costruzione – consente di definire e controllare le relazioni spaziali di tutti gli elementi definiti e questo assicura che non ci siano scontri tra per esempio, tra il lavoro degli ingegneri impiantistici e gli ingegneri strutturali in calcestruzzo o in acciao.

Gli ingegneri possono visualizzare in 3D molti dei complessi impianti intorno alle stazioni. Questo assicura che chiunque operi in prossimità delle stazioni proposte è prontamente informato della trama intricata e complicata di tubi e cavi sotto le strade che devono essere evitati o protetti.

Una volta che ogni pacchetto di opera viene completata, i modelli CAD sono aggiornati e ri-integrati nel database centrale. Così possono collegare questo agli altri database centralizzati, assicurandosi che saranno in grado di visualizzare gli elementi e i componenti esistenti insieme agli altri dati correlati, quali le informazioni sui beni Crossrail, le specifiche, le istruzioni per l’uso, i manuali di manutenzione, ecc.